Ostetrica Lucia Castelli

email: luciacastelliostetrica@gmail.com

tel: 338 755 2208

Visita il mio profilo su MioDottore.it

Mi puoi trovare presso:

MILANO

dNa Milano Centro Medico Interdisciplinare Nutrizione e Psicologia

viale Monza 270 Milano

02 27078532

www.dna-milano.it

Centro Medico Andromeda

via Giovanni Battista Pergolesi 4 Milano

02 6690123

www.andromedacentromedico.it

  • Black Facebook Icon
  • Black Icon Instagram
  • Black Icon LinkedIn

© 2023 by Maggie Louise. Proudly created with Wix.com

Sii il tuo potere

“Al menarca una donna incontra il proprio potere,

durante gli anni mestruali pratica il proprio potere,

con la menopausa diventa il proprio potere” (detto dei nativi americani)


Per prima cosa voglio sottolineare come la menopausa sia una fase assolutamente fisiologica nella vita di una donna e come tale vada vissuta serenamente.

Purtroppo questo momento è spesso accompagnato da disturbi dell’umore, vampate di calore, diminuzione della libido associata a dispareunia (dolore durante i rapporti sessuali), aumento di peso, osteoporosi ed è per questo che viene vissuto molto negativamente dalla maggioranza delle donne.

La nostra vita femminile è costellata di cambiamenti, siamo in continuo progredire, in continuo divenire, con la sola differenza che non tutte le nostre trasformazioni vengono percepite nella stessa maniera.

Durante la pubertà il nostro corpo cambia tantissimo, si trasforma… le masse si spostano, si riorientano, cresce il seno, improvvisamente si crea il girovita, appaiono le cosce e il sedere si fa più definito, ma soprattutto appaiono le mestruazioni.

Queste “Gioie” ci faranno compagnia per anni, nel bene e nel male.

Ci ricordiamo tutte come all’inizio le si viva un pò come una condanna, ma anche come siano il lasciapassare verso il “sentirsi grandi”; il ciclo prevede una crescita, la possibilità in un futuro di avere rapporti sessuali, una gravidanza, un bambino.

è un cambiamento che cela al suo interno tante promesse, tanti progetti di vita.

Un altro grande mutamento nella nostra vita di donne è proprio la costruzione di una famiglia, prima attraverso il rapporto di coppia e poi con la gravidanza e la nascita di un figlio (o più). Qui i cambiamenti sono tantissimi; ci si scopre multitasking, al limite del divino, invincibili, stanche ma capaci di preparare cene per amici e parenti super improvvisate, o di correggere compiti e preparare progetti scolastici fino a orari impossibili e la mattina sveglie all’alba per riuscire a organizzare tutto e cercando di avere sempre il sorriso sulle labbra; e questo senza contare il lavoro, dove dobbiamo sempre dimostrare di essere abbastanza.

Il tutto ci riesce con una certa facilità, mutiamo senza nemmeno accorgercene…

arriviamo all’età adulta con un bagaglio di esperienze e trasformazioni involontarie davvero incalcolabile;

E poi cosa succede? Perchè arrivate a una certa età tutto questo mutare ci sembra così difficile? Perchè improvvisamente invece che trasformarci per l’ennesima volta vorremmo rimanere ferme?

Perchè quando si arriva alla menopausa, ennesimo mutamento a cui la vita di donne ci sottopone, non ne percepiamo il vantaggio.

Non vediamo il “cosa ci guadagno”, non riusciamo a percepirne la promessa, il progetto. Vediamo solo il lato negativo, il non essere più fertili, il sudare improvvisamente, il girovita che cresce, l’osteoporosi che incalza… solo il bicchiere mezzo vuoto.

Ma se così non fosse?

Se invece dopo decenni di assorbenti e di vacanze al mare con il continuo pensiero delle mestruazioni che potrebbero arrivare da un momento all’altro finalmente potessimo goderci 15 giorni di pace dei sensi? Niente corse al supermercato alla ricerca di un modello che vada bene (e che non c’è mai!)

Se dopo scatole e scatole di pillola contraccettiva o infinite bustine di preservativi riuscissimo ad avere rapporti serenamente non protetti con il nostro partner? (certo poi la lubrificazione spontanea potrebbe essere un problema, ma per quello si chiede all’ostetrica che fornisce tranquillamente la soluzione!)

E vogliamo parlare delle cerette? I maledetti peli superflui contro cui abbiamo lottato per anni finalmente si fanno più radi fino a scomparire quasi completamente.

E i figli? Ormai sono cresciuti, hanno abbandonato il nido, hanno una loro famiglia.

se invece di vedere questo solo come un abbandono riuscissimo a trasformarlo nella svolta non sarebbe un vantaggio? Mi spiego meglio…

Se tutto il tempo che prima utilizzavo per il multitasking “casalingo” decidessi di dedicarlo a me stessa?

Se prendessi un pò di quel tempo e lo adoperassi per iscrivermi a qualche bel corso? per dedicarmi a qualche hobby? Per fare un pò di attività fisica insieme ad altre donne o al partner? Non sarebbe meglio?

Tutto questo per dirvi che la menopausa non deve essere percepita come la fine di un percorso, ma solo come un pit stop a cui fare rifornimento per poi ripartire più cariche di prima; nuovi progetti e nuove idee…

Ognuna ci arriva in maniera diversa, chi prima chi dopo, qualcuna dopo un percorso durato anni, tra cicli che saltavano e ritornavano, qualcun’altra improvvisamente, magari dopo un intervento chirurgico…

Ognuna ha fatto il suo viaggio, ma alla fine ci siamo trovate tutte allo stesso punto.. E allora perchè non condividerlo? Perchè viverlo in solitudine?

La bellezza del condividere sta proprio in questo, realizzare che non si è da sole… che le esperienze che sto vivendo le sta affrontando anche un’altra donna molto simile a me.

Scoprire che anche lei improvvisamente inizia a sudare in metropolitana e che si ritrova a essere l’unica in tshirt quando tutti hanno su il cappotto, che anche lei tiene un ventaglio sempre in borsa, che i vestiti che prima andavano bene adesso cominciano a tirare proprio lì sulla pancia e che i capelli prima folti e fluenti cominciano a farsi leggermente più radi in alcuni punti…

Questa è il bello del fare gruppo..

e allora perchè non fare gruppo insieme?

Fate gruppo, sostenetevi, coinvolgetevi, educatevi l’un l’altra… per diventare il Vostro Potere!

Ostetrica Lucia

9 visualizzazioni